Italian

L'occupazione del suolo pubblico (strade, piazze, suolo demaniale o patrimonio indisponibile delle amministrazioni comunali dell'Unione) può essere autorizzata ai sensi del regolamento d'istituzione e applicazione del canone occupazione spazi ed aree pubbliche (regolamento COSAP) approvato dall'Unione dei Comuni.

 

La concessione all'occupazione del suolo pubblico è soggeta al pagamento del canone, la tariffa è graduata a seconda dell'importanza dell'area sulla quale insiste l'occupazione, dalla durata e alla superficie occupata espressa in metri quadrati o in metri lineari.

 

L'occupazione del suolo pubblico che intralcia la normale circolazione veicolare  comporta la richiesta di Ordinanza per la modifica della normale circolazione stradale.

 

Per ottenere la concessione all'occupazione del suolo pubblico occorre :

  • istanza in carta resa legale, allegando una marca di bollo, planimetria catastale dell'area interessata e copia del pagamento dei diritti di segreteria € 50,00 (riduzioni : occupazioni inferiori alle 6 ore esenti - occupazioni inferiori alle 24 ore € 20.00 - proroghe € 25.00)
  • versamento del canone (da concordarsi con l'Ufficio Tributi competente per territorio)

 

ECCEZIONI

 

 

1.      NON richiedono istanza/autorizzazione, è sufficiente una mera  comunicazione almeno 10 giorni prima (senza preavviso per occupazioni urgenti), ma rimane l’obbligo di pagare il canone

 

-          OCCUPAZIONI URGENTI

Necessità di provvedere immediatamente all’occupazione per dare esecuzione a lavori  per fronteggiare situazioni di pericolo  (se l’occupazione si protrae oltre le 48 h si provvede al successivo rilascio del titolo con bollo e diritto di segreteria)

 


-          OCCUPAZIONI BREVI

Occupazioni inferiori a 6 ore per il carico e lo scarico (sono esenti le occupazioni brevi di cui alle lettere l - n che seguono; N.B. tutte le altre occupazioni brevi richiedono istanza/autorizzazione)

 

2.      NON richiedono istanza/autorizzazione, è sufficiente una mera comunicazione almeno 10 giorni prima, sono inoltre ESENTATE dal canone

 

a) occupazioni effettuate dallo Stato, dalle Regioni, Province, Comuni e loro consorzi, da enti religiosi per l'esercizio di culti ammessi dallo Stato, da enti pubblici di cui all'art. 87, c. 1, lettera c), DPR  22.12.1986, n. 917, per finalità specifiche di assistenza, previdenza, sanità, educazione, cultura e ricerca scientifica e dalle ONLUS individuate ai sensi degli artt. 10 e seguenti del D.Lgs 4.12.1997 n. 460;

b) occupazioni in occasione di manifestazioni pubbliche promosse dai Comuni dell’Unione od organizzate da Associazioni locali prive di scopo di lucro, se congiuntamente realizzate e patrocinate dai Comuni;

c) occupazioni da chiunque effettuate per la realizzazione di opere pubbliche;

d) occupazioni promosse per manifestazioni od iniziative a carattere politico;

e) occupazioni con tabelle indicative delle stazioni e fermate e degli orari dei servizi pubblici di trasporto, nonché le tabelle che interessano la circolazione stradale, purché non contengano indicazioni di pubblicità, gli orologi funzionanti per pubblica utilità, sebbene di privata pertinenza e le aste delle bandiere;

f) occupazioni con manufatti di abbellimento urbano come fioriere, tappeti o panchine, inferiori a 2 mq., quando per l’utilizzo di queste ultime non viene richiesta consumazione o corrispettivo, a condizione che sia rilasciato parere positivo dall' U.T.C e dall’Ufficio di Polizia Municipale, per quanto di loro competenza e che una volta posizionati non venga alterata la loro reale destinazione d’uso;

g) occupazioni che rivestono carattere di utilità pubblica comunale specificatamente riconosciuta con apposito provvedimento;

h) occupazioni di suolo che, in relazione alla superficie o alla lunghezza complessivamente indicata nell'atto di concessione, sono complessivamente inferiori a un metro quadrato o lineare;

i) occupazioni sovrastanti il suolo pubblico con festoni, addobbi, luminarie in occasione, civili e religiose: La collocazione di luminarie è esente quando avvenga nel rispetto delle prescrizioni di cui al vigente regolamento di Polizia Urbana;

l) occupazioni di pronto intervento con ponti, steccati, scale, pali di sostegno per piccoli lavori di manutenzione, riparazione o sostituzione riguardanti infissi, pareti, coperti di durata non superiore a 6 ore;

m) occupazioni momentanee con fiori e piante ornamentali all'esterno dei negozi od effettuate in occasione di festività, celebrazioni o ricorrenze, purché siano collocati per delimitare spazi di servizio e siano posti in contenitori facilmente movibili;

n) occupazioni per operazioni di trasloco e di manutenzione dei verde (es. potatura alberi) con mezzi meccanici o automezzi operativi di durata non superiore alle 6 ore.

 

3.      Caso particolare (di stretta interpretazione non applicabile a casi analoghi) mera comunicazione e pagamento di 10 euro al giorno

-          Occupazione sede stradale con mezzo d’opera  per lavori edili  massimo 3 giorni