Italian

I pagamenti delle violazioni alle norme della circolazione stradale possono essere evasi nei sotto elencati metodi (indicando nella causale il numero del verbale e il numero di Registro ovvero data dell’atto e la targa del veicolo):

 

violazioni accertate nel territorio del comune di San Giorgio di Nogaro

·      a mezzo versamento in c.c.p. n.° 17282336 intestato a Comune di San Giorgio di Nogaro – Servizio Tesoreria;

·      a mezzo bonifico bancario sul conto codice IBAN IT 20 Y 07085 64200 008210009108 intestato al Comune di San Giorgio di Nogaro;

·      direttamente presso gli uffici del Servizio di Polizia Locale:

in San Giorgio di Nogaro, Piazza del Municipio n. 1 (lun. 17:30-18:30; mar. mer. 11:00-12:00; gio. 11:00-13:00);

 

 

L’importo è specificato in calce al verbale contestato, è vincolato dalla norma violata e dall’intervallo di tempo tra la data della contestazione o notificazione della violazione e la data del pagamento

 

 

MODALITÀ DI RICORSO

 

Entro 60 (sessanta) giorni dalla contestazione o notificazione della violazione, qualora non sia stato effettuato il pagamento in misura ridotta (se consentito), l’interessato può proporre ricorso avverso la contestazione, indirizzato al Prefetto di Udine. Il ricorso può essere presentato al Comando in intestazione oppure direttamente al Prefetto a mezzo lettera raccomandata con a.r. allegando i documenti ritenuti idonei e/o la richiesta di audizione dell’Autorità procedente. Il Prefetto, se riterrà fondato l’accertamento, emetterà ordinanza ingiungendo il pagamento di una somma non inferiore al doppio del minimo edittale previsto per ogni singola violazione (artt. 203 e 204 del C.d.S.).

Entro 30 (trenta) giorni dalla notificazione del presente verbale, in alternativa al ricorso al Prefetto di cui all’Art. 203 C.d.S., possono proporre ricorso al Giudice di Pace competente per il luogo in cui la violazione è avvenuta  secondo le modalità di cui all’art. 204-bis C.d.S.

L’impugnazione all’Autorità Giudiziaria rende improcedibile il ricorso al Prefetto.

Qualora entro il predetto termine non sia stato presentato ricorso e non sia avvenuto il pagamento, il presente atto costituirà titolo esecutivo per la riscossione coatta (cartella esatoriale) della somma pari alla metà del massimo della sanzione edittale e per le spese di procedimento.